Ieri, oggi, domani... La storia la raccontiamo noi

1962-2017 Da 55 anni le Fototessera fanno parte del grande album della storia d’Italia.
Fotografia, dal greco photos (luce) e graphos (scrivere): scrivere con la luce, scrivere con l’unico pennarello non soggetto alle trasformazioni del tempo e dell’uomo. Fissare le immagini e fare luce nel buio della memoria. Dai geroglifici al moderno digitale, tutta la nostra vita non è altro che un susseguirsi di immagini riprodotte.
Ecco perché, più di qualsiasi altra conquista o rivoluzione, lo sviluppo della fotografia segna un punto di trasformazione radicale nella trasposizione storica del cambiamento dell’umanità. Nel 1859, vent’anni dopo la presentazione ufficiale all’Accademia di Francia dell’invenzione di Louis Mandé Daguerre, la “dagherrotipia” (progenitrice dell’attuale fotografia), Baudelaire affermava: “Bisogna che la fotografia salvi dall’oblio le rovine pericolanti, i libri, le stampe e i manoscritti che il tempo divora, le cose preziose la cui forma va scomparendo e che esigono un posto negli archivi della memoria”. In sintesi, bisogna che la fotografia renda indelebile l’impronta dell’esistenza dell’uomo. Ed è ciò che fa la Dedem Automatica srl da 55 anni.

Costituita nel 1962, da più di mezzo secolo la Dedem può considerarsi il più grande album di storie di vita raccontate attraverso la fotografia. Dalla stampa analogica al digitale, tra tradizione e progresso tecnologico, grazie alle fototessere prodotte dalle cabine Dedem possiamo comprendere le vicende di un mondo in continuo mutamento. La striscia verticale con 4 foto, stampata prima in bianco e nero e poi a colori, è stata il segnalibro dei giovani degli anni 70 e 80, dei loro amori, dei loro diari e anche dei loro documenti. Nella seconda parte degli anni 90, con l’installazione delle macchine VISO, dotate di una nuova rivoluzionaria carta a sviluppo termico e un sistema ecologico innovativo, la fototessera diventa digitale e i nostalgici prendono coscienza che il mondo è ormai nelle mani delle nuove generazioni. Il nuovo millennio è social e Dedem, sempre al passo coi tempi, ne fa parte. Produce le cabine Mobile Print attraverso cui si possono stampare le foto pubblicate su Instagram. Ma Dedem è anche No Limits con le sue cabine fototessera senza alcuna barriera, fruibili anche da coloro che hanno difficoltà motorie, seguendo il concetto che non è importante essere uguali ma avere uguali opportunità. In questi intensi 55 anni di carriera, Dedem ha anche allargato i propri orizzonti di business, divenendo partner importante in molte attività di e-government come, ad esempio, la stampa delle patenti di guida.

E per soddisfare l’animo gioioso che contraddistingue l’Azienda, con il proprio brand Youngo si è inserita con brillanti risultati nel mondo delle attività ludiche. I Grandi Locali Lesure Youngo, comunque, non sono delle semplici sale giochi, ma luoghi dove il cliente ha la possibilità di fare un’esperienza creativa attraverso il gioco. E, prediligendo le fasce più giovani, ha sviluppato un format che soddisfa appieno l’attuale concetto di edutainment, didattica attraverso l’intrattenimento ludico, che è alla base dello sviluppo armonico dei nostri figli.

Nonostante le diversificazioni di mercato, il cuore di Dedem rimane comunque la “cattura delle immagini”, perché…. la storia non si ferma e noi ogni giorno vogliamo raccontarla.